Campionati Nazionali Serie B maschili e femminili. B/M: IL SAVIGLIANO E’ SEMPRE PIU’ SOLO. B1/F: BIELLA ESCE DALLA ZONA ROSSA. B2/F: IL ROMAGNANO RITORNA TERZO.

Sempre in rosso il bilancio per il Piemonte nel confronto con le formazioni delle altre regioni nei tre gironi di Serie B, in cui sono impegnati i nostri 19 team. I maschi perdono 1-2 (un derby) e le ragazze per la prima volta pareggiano 3-3 (3 i derby e 2 a riposo), così il conto generale chiude in negativo ancora una volta, 4-5, la sesta dall’inizio dell’anno (un pareggio e 2 sole volte in attivo).
Nel capitolo verdetti, resiste una capolista piemontese nei tre gironi interessati, stabili a 2 le presenze su 6 posti playoff mentre salgono a 6 su 9 quelle in zona retrocessione, sempre con due ultimi posti.

Serie B maschile
Il derby del “PalaMarenco” vinto dai padroni di casa 3-1 sull’Alto Canavese, lancia il Gerbaudo Savigliano a quota 25, +4 in vetta sempre più solitario, per effetto da una parte del turno di riposo del Garlasco, e dall’altro del rallentamento delle inseguitrici, con il Yaka Malnate che diventa 2° superando 3-2 il Saronno, affiancando a 21 i pavesi.
Il big match al “PalaD’Oria” di Ciriè tra la CerealTerra Pivielle e il Rossella Ets International Caronno finisce con un tiratissimo 2-3, con gli ospiti in rimonta da 2-0 a 2-2 e poi vittoriosi 11-15 nella volata finale del 5°  set. Varesini quarti a 20, ciriacesi quinti a 18, col Novi che si avvicina a 15 imponendosi in 3 set a Bresso. 
A centro classifica, i cuorgnatesi dell’Alto Canavese scivolano all’8° posto a quota 10.
Lo scontro diretto ai bordi della linea rossa vede il Caseificio Croce Lodi superare a Codogno il Sant’Anna TomCar 3-2, risultato che manda le due squadre appaiate a quota 5, ma con i lombardi davanti per una vittoria in più e quindi con i sanmauresi che per la prima volta scendono in zona retrocessione (Bosio 21, Vajra 14, Sangermano 12, Robazza 10).
La 10a giornata del prossimo fine settimana vede a riposo la Pivielle e nessun derby in programma. Sabato 21 l’Alto Canavese ospita alle 18 al “PalaCittà di Cuorgnè” il Bresso e alle 21 il Novi riceve al palazzetto di viale Pinan Cichero il Cus Genova; domenica 22 alle ore 18 big match a Garlasco tra i pavesi e il Savigliano, mentre al “PalaBurgo” di San Mauro il Sant’Anna affronta il Saronno con la possibilità di uscire dalla zona rossa e mettere dietro anche i varesini.

Serie B1 femminile
Ancora una serata negativa per le piemontesi, con l’unica vittoria ancora una volta obbligata nel derby al “PalaSarselli” di Chiavazza, dove la Prochimica Novarese Virtus Biella batte 3-0 l’Igor Agil Trecate e si scambia i posti a cavallo della zona rossa, salendo a 11 al 9° posto mentre le novaresi scendono all’11° a 10 (Ilaria Anello 15, unica in doppia cifra per le biellesi).
Niente da fare come da pronostico per il Lilliput Settimo sul campo della capolista Picco Lecco, che sale a 23 punti, +3 sull’Albese di Cristiano Mucciolo, 0-3 a Costa Volpino.
Dietro il vuoto, con un continuo avvicendamento di formazioni al 3° posto utile per i playoff: stavolta sale davanti a tutte con 14 punti il Don Colleoni, vittorioso a Cremona 0-3 sull’Esperia, appaiando il Lilliput scivolato al 5° posto; resta fermo a 12 al 7° posto l’Arredo Frigo MakhymoAcqui che riposava, sale all’8° a 11 il Vigevano di Stefano Colombo, che vince 0-3 a Torino sul Parella del debuttante in panchina Mauro Barisciani.
Ben 10 formazioni in 4 punti quindi, dai 14 del 3° posto playoff delle bergamasche, ai 10 della 12a del Capo d’Orso Palau, penultimo.
Sabato 21 scontro al vertice Albese-Lecco, mentre non ci sono derby sotto l’albero di Natale.
Alle 17 al “PalaAgil” di Trecate approda il Conad Alsenese, scontro salvezza per le novaresi, dal momento che le piacentine stazionano appena sopra la riga rossa con 11 punti; alle 21 alla “Manzoni” di corso Svizzera a Torino il Parella prova a smuovere l’asfittica classifica ospitando il Costa Volpino. Viaggia il Lilliput a Trescore Balneario, dove contro il Don Colleoni c’è in palio il terzo posto, dal momento che riposa l’Esperia Cremona, terza squadra a pari punti con 14.
E viaggiano anche l’Acqui in Sardegna a Palau e il Biella a Vigevano.

Serie B2 femminile
Scoppia la rivoluzione in vetta al girone A: per effetto della grande vittoria nel posticipo domenicale del Pavic Palzola Romagnano 1-3 sul campo del Garlasco della romagnanese Lucia Cagnoni, balza al comando da solo l’Olympia Genova (facile 3-0 sul fanalino di coda Bosca UbiBanca Cuneo), che con 20 punti ora guida a +3 sulla nuova coppia formatasi proprio tra pavesi e novaresi. Scivola indietro al 6° posto il Caselle che riposava, scavalcato a 16 dall’Unionvolley Pinerolo (0-3 al “PalaCamusso” di Cumiana sull’MV Impianti Bzz Piossasco, sempre penultimo) e a 15 da L’Alba Volley (0-3 a Carcare sull’Acqua Calizzano).
Nell’altro derby di giornata, il Libellula Area Bra, conquista 3 punti importanti battendo 3-0 nettamente l’Ascot Labormet 2 To Play mentre il PlayAsti Chieri ‘76 supera in un equilibratissimo match finito con tre set ai vantaggi il Serteco Genova nello scontro salvezza, che ora vede le collinari staccarsi al 7° posto con 13 punti, le torinesi al 9° a 11 con il Carcare 8°, e le genovesi raggiunte a 10 dalle braidesi, al momento però ancora sotto la riga rossa.
Sabato 21 tre derby sotto l’albero di Natale: alle 20,30 Pinerolo-PlayAsti, alle 21 al “PalaSganzetta” di Romagnano Pavic-To Play e al “PalaCentrostorico” L’Alba-Libellula Bra.
Mentre riposa il Piossasco, il Caselle ospita alle 18,30 alla “Rodari” di viale Bona il Carcare e alle 19 il Cuneo riceve all’ex Media 4 il Garlasco.