Campionati nazionali Serie B maschili e femminili. B/M: PARELLA SEMPRE PIU’ SOLO, +7. B1/F: LILLIPUT VINCE E DIVENTA… SETTIMO. B2/F: ROMAGNANO MANDA IL GORLA A -5

La 9a giornata di ritorno si chiude complessivamente benino per il Piemonte nel confronto con le altre formazioni extraregionali: vittoria generale 6-5, con i maschi però sempre sotto, per la quarta giornata consecutiva, 1-2 (2 derby) mentre le ragazze si impongono 5-3 (un derby).
Situazione generale immutata: tra i maschi una sola formazione in zona playoff, con la Pivielle che si allontana a -3 nei punti e nelle vittorie dalla seconda; il Sant’Anna invece resta in zona rossa anche se a pari punti col Saronno, che vanta una vittoria in più. La retrocessione diventa aritmetica da questa settimana per la Reale Mutua Fenera Chieri ‘76 in Serie B2 femminile; altre due le piemontesi ancora coinvolte, oltre ai sanmauresi c’è il Pavic Romagnano.

Serie B maschile
Un punto alla volta, il Parella prende sempre più il largo in vetta al girone A: anche questa settimana grazie alla netta vittoria sul campo dell’Erreesse Pavic Romagnano (De Matteis 20, Riviera 10 per i novaresi; Gerbino 11, Filippi e Cattaneo 10 per gli ospiti) il margine sulla più diretta inseguitrice aumenta, salendo a +7, sempre sui varesini del Caronno, vittoriosi al 5° set a Busseto.
I torinesi quando mancano solo più 4 turni al termine sono vicinissimi alla conquista aritmetica della finale promozione A3 contro la vincente del girone B, al momento i Diavoli Rosa Brugherio (59 punti, +4 sulla bergamasca Scanzorosciate e +6 sull’Itas Trentino).
Perde contatto dalla zona playoff la CerealTerra Pivielle Ciriè, ma ci ritorna sotto il Mercatò Alba, questo per effetto della vittoria 3-0 nel derby, lo scontro diretto “dentro-fuori” del “PalaLanghe”, che vede ora i ciriacesi a -3 dai varesini e +1 sugli stessi albesi.
Nelle ultime 4 giornate il Caronno ospita Cus Genova e Saronno e viaggia a Romagnano e Garlasco, praticamente non ha molte chances di perdere punti, salvo harakiri o contraccolpi da final four di Coppa Italia: venerdì 19 semifinale a Porto Viro con i rodigini padroni di casa, il giorno dopo eventuale finale con la vincente tra Emrafoods Gis Ottaviano (Na) e Gibam Fano (Pu).
Pivielle sempre in agguato, ma il calendario prevede Garlasco e Parma in casa, Sant’Anna e Parella fuori per fare filotto; per l’Alba invece tre derby, in casa con il Parella e Novi, fuori a Savigliano (più la trasferta di Parma). Mai perdere la speranza, ma ci vuole davvero tanto… cuore.
Tanto per andare un match alla volta, sabato 6 aprile il Parella ospita il Saronno, a Caronno arriva il Cus Genova, la Pivielle riceve al “PalaD’Oria” di Ciriè il Garlasco, l’Alba va a fare il derby al “PalaMerenco” di Savigliano, che sabato scorso era già in versione “pasquale” in anticipo, tanto da far trovare nell’uovo la prima vittoria in assoluto stagionale al fanalino di coda, e già retrocesso da settimane, Busto. Che ora proverà pure a fare il bis, ospitando il Pavic Romagnano, all’ultima spiaggia invece per tentare la clamorosa “remuntada”.
Nell’altro derby di giornata, il Novi (reduce dalla sconfitta a Genova, impegno che avevamo definito in fase di previsione “non facilissimo”…) ospita il Sant’Anna che deve vincere per togliersi dalle sabbie mobili della zona rossa. Stavolta niente pronostici, cavatevela da soli…
Classifica: Parella 55; Rossella Ets Caronno 48; CerealTerra Pivielle Ciriè 45; Mercatò Alba 44; Acl Opem Audax Parma 42; Novi 39; Corteauto Busseto 35; Garlasco 32; Gerbaudo Savigliano 28; Cus Genova 26; Saronno, Sant’Anna TomCar San Mauro 24; Erreesse Pavic Romagnano 16; Res Pro Patria Busto 4.

Serie B1 femminile
Lo scontro diretto ha portato bene al Lilliput, che sul campo comasco dell’Albese è diventato… 7°, di nome e di fatto. Vittoria 1-3 in rimonta, ma netta nella sostanza sul team di Cristiano Mucciolo, con ben quattro giocatrici in doppia cifra: l’opposta Anna Mezzi 19, le centrali Sofia Spadoni 14 e Michela Brussino 11, la schiacciatrice Valentina Re 12.
Altra impresa di giornata quella del Parella, che sfrutta il fattore campo per mettere sotto 3-2 la terza forza del girone, il Florens Re Marcello Vigevano di coach Stefano Colombo (Beatrice Meniconi 33, Federica Cane 22, Eleonora Batte 14 per le torinesi; le piemontesi Stefania Mo 15 e Marta Gullì 3, libero Giorgia Colombo) e portarsi a +7 sulla riga rossa, col Lurano che diventa terzultimo scavalcando Garlasco.
Ricordate la domandona della scorsa settimana, a proposito di Acqui-Ostiano? Eccola: “tra le due formazioni che più di tutte nel girone A sono andate al quinto set, ben 7 volte (bilancio 3-4 per le piemontesi e 4-3 per le cremonesi), come potrà mai finire la partita?”.
Non ci crederete, ma alla “Mombarone” è finita 10-15 al quinto set, 5° ko consecutivo per le biancorossoblu (Francesca Mirabelli 20, Annalisa Mirabelli 17, Olimpia Cicogna 15, Nicoletta Rivetti 12, Alice Martini 10; tra le ospiti libero Sara Paris).
La capolista Futura Giovani Busto è ormai vicinissima alla promozione aritmetica in Serie A2: +7 sul Picco Lecco, e sabato 6 aprile farà visita al Lilliput al “PalaSanBenigno” di Settimo (una sorta di ritorno a casa per l’ex Sofia Moretto, opposta); trasferta ad Ostiano per il Parella, mentre l’Arredo Frigo Makhimo Acqui può scongiurare la malasorte con un viaggio, non a Lourdes, ma a Varese, campo del fanalino di coda già retrocesso Scuola del Volley.
Classifica: Futura Giovani Busto 60; Acciaitubi Picco Lecco 53; Florens Re Marcello Vigevano 47; Chromavis Abo Offanengo, Don Colleoni 46; Csv Ra.Ma. Ostiano 40; Lilliput Settimo 39; Tecnoteam Albese 36; Arredo Frigo Makhymo Acqui 26; Capo d’Orso Palau 23; Parella 19; Lurano 12; Pneumax Garlasco 11; Scuola Volley Varese 4.

Serie B2 femminile
Affretta i tempi la capolista Igor Agil Trecate, che vince 3-0 sul Cusano e vuole chiudere la pratica promozione nelle prossime due giornate, per affrontare poi come una sorta di “festeggiamento” la final four di Coppa Italia a Castelbellino (An): venerdì 19 aprile semifinale con le padrone di casa della Termoforgia Moviter e il giorno dopo, sabato 20, eventuale finale con la vincente del derby emiliano tra Csi Clai Imola (Bo) e Moma Anderlini Modena.
E anche la pratica playoff ha preso una svolta decisa per le due piemontesi implicate, entrambe a quota 50, con la Prochimica Novarese Virtus Biella che si è imposta al “PalaFenera” sulla Reale Mutua Fenera Chieri ‘76, mandandola aritmeticamente tra i regionali (da segnalare non giocatrici in doppia cifra, ma una che ha fatto un solo punto ma importantissimo: la centrale biellese Irene Zecchini, al rientro dopo il doppio grave infortunio), e il Palzola Pavic Romagnano che ha ricacciato le velleità dell’inseguitrice Gorla, vincendo 1-3 in casa delle varesine e spedendole a -5.
Sabato 6 aprile il Trecate fa scalo a Caselle per uno dei due derby di giornata, con le aeroportuali ormai lontane dalla zona playoff dopo la sconfitta interna 2-3 col Busto; nell’altro match inter-regionale al “PalaSganzetta” di Romagnano arriva il Labormet Due Lingotto, che con la vittoria di Cinisello ha portato a +7 il margine sulla zona rossa, tornata caldissima con la rimonta del Marudo sull’Induno, che continua a perdere i confronti diretti con le formazioni che la inseguono (ci riuscirà con il Cinisello o aspetta la trasferta a Chieri?). Lodigiane del Marudo in pieno momento di gloria, dopo aver battuto 3-0 il Piossasco, faranno visita al “PalaSarselli” di Chiavazza al Biella, partita da non sottovalutare, mentre al “PalaCamusso” di Cumiana il Mv Impianti Bzz Piossasco ospita l’Orago.
Classifica: Igor Agil Trecate 58; Prochimica Novarese Virtus Biella, Palzola Pavic Romagnano 50; Cosmel Gorla 45; Caselle 42; Ceramsperetta Cusano 33; Unet e-work Busto 32; Mv Impianti Bzz Piossasco 31; Labormet Due Lingotto 30; Vivi Volley Induno, Tomolpack Marudo 23; Progetto Orago 18; Omg Cinisello 17; Reale Mutua Fenera Chieri ‘76 10.