Campionati nazionali Serie B maschili femminili. B/M: LA PIVIELLE CIRIE’ TORNA AL 2° POSTO. B1/F: L’ACQUI VINCE AL 5° SET. B2/F: IL PAVIC RIENTRA IN ZONA PLAYOFF

Weekend dell’Epifania in campo per i Campionati Nazionali della B, a completare il programma dell’11a giornata, visto che alcune partite erano state anticipate a sabato 22 dicembre.
Nel 2019 parte male il Piemonte nel confronto con le altre formazioni extraregionali: sconfitta di misura 4-5 (alla 4a giornata era stata più netta, 3-6), con i maschi superati 1-2 (2 derby) per la seconda volta sinora in stagione (l’altra sempre alla 4a giornata, 0-3), mentre le ragazze pareggiano i conti 3-3 (2 derby) per la quinta volta in undici turni.
Migliora in compenso, nelle tre classifiche interessate, la situazione in vetta, con le presenze ai playoff che salgono a 4 su 6, oltre alle due leader di girone stabili. In zona rossa situazione immutata, una sola retrocessione su 10 posti, con un’ultima piazza.

Serie B maschile
L’anticipo al 22 dicembre del big match Parella-Mercatò Alba, con vittoria dei cuneesi 1-3 aveva già confermato al vertice la formazione di Lele Negro, mentre i torinesi scivolano al quarto posto, superati in zona playoff dalla CerealTerra Pivielle, che a Ciriè supera nettamente in tre set il Sant’Anna TomCar San Mauro e ritorna al secondo posto a -3 dalla capolista.
Confronto senza molta storia al “PalaD’Oria” nei primi 2 set, qualche chance in più agli ospiti nel finale del 3° per riaprire il match (quest’anno il tallone d’achille dei ciriacesi sembra essere proprio il 3° set, con già 2 match persi dal vantaggio di 2-0 e uno recuperato in extremis), ma una serie di errori in ricezione e battuta vanificano la “rimontina” sanmaurese da 19-16 a 22-24, con un altro setball poi sprecato prima del definitivo 29-27 (Agosti 14, Caianiello 13, Dogliotti 11, Federico Moro 10 per i padroni di casa; Sorrentino 12 per gli ospiti).
Al 3° posto sale il Rossella Ets Caronno, che si impone 3-0 all’Erreesse Pavic Romagnano e resta a -2 dai ciriacesi, sorpassando di 1 il Parella, conferma al 5° posto per il Novi, pur cedendo 2-3 in casa con il Saronno. L’unica vittoria piemontese sullo “straniero” la suda al quinto set il Gerbaudo Savigliano al “PalaMarenco”, contro il Cus Genova che sale a 9 punti, a -2 dai sanmauresi, che continuano a viaggiare pericolosamente sulla linea di demarcazione con la zona rossa.
Nel prossimo fine settimana, penultimo turno dell’andata, con due derby importanti in due zone completamente opposte della classifica. Sabato 12 alle 20,45 sempre al “PalaD’Oria” di Ciriè la Pivielle affronta il Parella, mentre al “PalaBurgo” di San Mauro il Sant’Anna alle 21 riceve il Pavic. La capolista Alba non avrà particolari problemi nel ricevere il Parma, viaggiano il Savigliano a Busseto e il Novi domenica nel posticipo di Garlasco.

Serie B1 femminile
Niente punti stavolta per il Lilliput Settimo nel confronto con il Don Colleoni del tecnico venariese Andrea Ebana e dell’opposta Barbara Varaldo, che passa 0-3 al “PalaSanBenigno” e sale al 2° posto a -5 dalla capolista Futura Giovani Busto dell’opposta Sofia Moretto, vittoriosa a Ostiano 1-3, raggiungendo a 26 e scavalcando per quoziente set il Picco Lecco, che lascia un punto pesante al Parella nella sofferta vittoria al 5° parziale (Cane 16, Meniconi 15, Olivero 13,  Toure e Batte 10).
Altrettanto sofferta la vittoria 2-3 dell’Arredo Frigo Makhymo Acqui, sul campo di una candidata alla retrocessione, il Lurano, che così non ha modo di “rialzare” più di tanto la testa (Martini 25, Annalisa Mirabelli 17, Cicogna 12). Acquesi che salgono a +7 sulla zona rossa, il Parella nel frattempo si porta a +4 sul Palau terzultimo.
Sabato 12 mentre il Lilliput sarà a a Lecco a provare a migliorare il… 7° posto (un destino che sembra scritto nel nome..), l’Acqui ospita alla “Mombarone” il Garlasco, per un classico confronto salvezza tra le due avversarie delle ultime stagioni. Il Parella invece riceve alle 21 alla “Manzoni” di corso Svizzera a Torino l’Albese di Cristiano Mucciolo.

Serie B2 femminile
Campionato che diventa sempre più incerto ed equilibrato, ma non per la capolista Igor Agil Trecate, che va a imporsi 1-3 con autorità anche al “PalaCamusso” di Cumiana contro il Bzz Piossasco MV Impianti e si conferma sempre più leader solitaria, anche perché, dietro, le inseguitrici contìnuano ad alternarsi e a perdere punticini.
E’ il caso della Prochimica Novarese Virtus Biella, che fatica fino al quinto set per aver ragione del Labormet Due Lingotto, e quindi scivola a -5, con il Gorla di coach Daniele Adami,  la regista Sara Colombano e l’attaccante Federica Fornara che cade 3-1 a Cusano Milanino e viene scavalcato dal Palzola Pavic Romagnano, 3-0 al Cinisello e biellesi agguantate a quota 25.
La classifica è spaccata in tre tronconi, con le prime quattro a giocarsi promozione e playoff, e in basso un quartetto, sotto la riga della zona rossa, anche in questo caso abbastanza definito, con il fanalino di coda ormai stabilizzato alle giovani della Reale Mutua Fenera Chieri ‘76.
In mezzo tutte le altre a dibattersi, con il Caselle, che aveva già giocato il 22 dicembre faticando per superare 3-2 il Marudo al 5° posto a guidare il plotoncino, +1 sul Piossasco, +5 sul Lingotto.
Sabato 12 un solo derby, alle 17 al “PalaFenera” di Chieri dove approda il Piossasco; in casa a Romagnano il Pavic ospita il Cusano, viaggiano la capolista Trecate a Cinisello, il Biella a Gorla per il big match di giornata, e il Caselle a Orago. Domenica 13 alle 18 chiusura di programma al “PalaLingotto” dove arriva l’Induno.

Alba (maschi) e Mondovì-Biella (donne) le regine dell’anno solare 2018
Come sempre, eccoci a valutare la classifica a punti ottenuti nell’anno solare 2018, a scavalco quindi di due stagioni agonistiche.
In campo maschile grazie al buon finale della passata stagione e all’ottimo inizio di quella in corso, è il Mercatò Alba a guidare la lista con 62 punti, 32 nelle 16 giornate da gennaio a maggio, 30 nelle 11 disputate sinora, compreso l’anticipo del 22 dicembre vinto a Torino sul Parella. Porpiro quei 3 punti permettono ai langaroli di staccare il Vbc Mondovì, che nel composito meccanismo di regular  e post season in A2 ha raggiunto i 59 punti, uno in più dei 58 della Pivielle Ciriè (34+24).
Seguono il Novi a 54 (36+18), Parella 45 (21+24), Sant’Anna 42 (31+11), Cuneo 41 (31+10), Savigliano 39 (25+14), poi chi ha solo mezza stagione dalla sua, come Fossano 20, Acqui 14 e Pavic 13.
In campo femminile, altrettanto contorta la situazione, con le formazioni di A2 che hanno avuto dalla loro un campionato lunghissimo a fronte di una A1 cortissima. A quota 63 appaiate Lpm Mondovì e Virtus Biella, a 60 il Lilliput Settimo, a 57 Pinerolo e Romagnano, quindi Trecate 54, Novara 53, Collegno 52, Cuneo 51, Caselle 47, Acqui e Lingotto 44, Chieri 32, Parella 23; e le “mezzane” Piossasco 19, Canavese 15, Rivarolo 10, Chieri-2 4, Lilliput-2 0.
Ma le chiavi di lettura possono essere molteplici: al Novara ad esempio potrebbero aggiungersi  i 19 punti delle 9 gare di playoff scudetto, portandola a 72 totali; il quoziente punti invece dice che Biella ha ottenuto 2,42 dividendo i suoi 63 punti nelle 26 partite disputate, Mondovì 1,96 (32 gare) e Novara 2,40 in regular season (22 gare).
Insomma niente più di un passatempo di fine anno…

B/M La Pivielle Ciriè blocca anche il Sant'Anna e torna seconda
B/M La Pivielle Ciriè blocca anche il Sant'Anna e torna seconda
Author: Silvia DadoneCopyright: Silvia Dadone
3 oggetti « 1 di 3 »