Campionati Regionali femminili. LA FINALE SCUDETTO SE LA GIOCANO LIBELLULA BRA E PLAYASTI DA SABATO 11. IN QUATTRO PER CERCARE IL PASS SPAREGGIO

Sabato 11 alle 20,30 parte la finale Scudetto tra Libellula Bra (miglior prima dei due gironi) e PlayAsti: gara-1 alla “Libellula Arena” di Bra, gara-2 mercoledì 15 alle ore 21 al “PalaGerbi” di Asti, eventuale gara-3 in casa della meglio classificata nelle due partite sabato 18.

IL BIG MATCH: Libellula Bra-PlayAsti
(“Libellula Arena” Bra, sabato 11 maggio ore 20,30)
Oriana Arduino (allenatrice Libellula Bra): “Sono molto contenta di arrivare a giocare partite come questa, e contro l’Asti che è una bella squadra davvero. I playoff sono gara a se, ho chiesto alle ragazze di giocare serene, siamo cariche ma non avremo patemi, se dovesse andare male abbiamo ancora un’altra chance. Rientreranno anche un paio di ragazze che avevamo tenuto a riposo per recuperare piccoli acciacchi, saremo al completo”.
Alessio Bellagotti (allenatore PlayAsti): “Abbiamo fatto davvero una gran bella partita a Savigliano, adesso ci giochiamo questa sfida finale con entusiasmo. Loro sono le favorite, una gran bella squadra, nell’arco della stagione hanno dimostrato solidità. Hanno sbagliato solo una partita ad Alba, come noi l’abbiamo sbagliata a Settimo, nell’arco di una stagione può capitare. Bella anche la cosa che non è già stabilito dove giocarsi gara-3, tiene aperti i giochi sempre”.

PlayOff Fase Uno
Tre giornate in una settimana per decidere chi affronterà la perdente della Finale Scudetto e giocarsi il 2° posto promozione in B2. Sabato 11 si inizia con Lasalliano-L’Alba e Vercelli-Novara; mercoledì 15 Vercelli-Lasalliano e L’Alba-Novara; chiusura sabato 18 con L’Alba-Vercelli e Novara-Lasalliano. Pronostici? Fossi matto, è tutto apertissimo.

IL BIG MATCH: Ascot Lasalliano-L’Alba Volley
(palestra Parri, Torino, sabato 11 maggio ore 17,30)
Daniele Lia (allenatore Ascot Lasalliano): “Siamo contenti di essere ai playoff, sarebbe stato davvero uno smacco uscire alla penultima giornata dopo essere stati tutto l’hanno ai vertici. Asti merita la finale, è stata la più costante. Alba fa sempre paura, non contano i precedenti come la semifinale di Coppa, questi sono i playoff. Per noi è positivo giocare questa partita in casa, ma non so davvero cosa aspettarmi”.
Lorenzo Fogliani (presidente L’Alba volley): “Credo che l’accesso ai playoff sia già stato un grande traguardo, non solo perche non preventivato ma anche e soprattutto perchè raggiunto in condizioni davvero molto difficili. Ora cercheremo di non sfigurare ed il fatto di non aver nulla da perdere potrebbe esserci di aiuto”.

IL BIG MATCH: Mokaor Vercelli-Team Volley Novara
(“PalaBertinetti” Vercelli, sabato 11 maggio ore 18)
Alessandro Reggio (allenatore Mokaor Vercelli): “Mondovì ha giocato alla grande, a noi mancava da qualche giornata l’opposta titolare, e alla fine le ragazze hanno festeggiato questo secondo posto. Questo è buono, sappiamo di avere già fatto una gran cosa, che non era nei programmi all’inizio. Adesso giochiamo contro Novara che è una squadra attrezzata ed esperta, dovremo giocare con intensità, per la maggior parte delle nostre è la prima esperienza di questo tipo”.
Alberto Colombo (allenatore Team Volley Novara): “Si comincia, ci aspettavamo tutt’altre avversarie, nel loro girone è cambiato tutto. Vercelli ha qualche problema di formazione, ma sono una squadra temibile, avevamo fatto un’amichevole, ma non eravamo al completo ne noi ne loro, non conta molto, però le ragazze le conosciamo e si conoscono tra loro, ci sono molte ex in entrambe le squadre. A noi mancherà una ragazza che sapevamo già impegnata fuori regione per lavoro”.

Playout CD
Due gironi da quattro squadre, con una formazione di Serie C (Ovada e Agil Trecate le 12e classificate divise nei due gruppi ) e tre di Serie D a cercare i primi due posti che valgono la permanenza/ promozione nella massima serie regionale per la prossima stagione (l’accorciamento dei gironi da 3 a 2 favorisce le squadre della D, che avranno almeno 2 promozioni sicure).

Girone E
In questo girone, si gioca sabato 11 alle 20,30 al “PalaLingotto” di Torino la ripetizione della Finale di Coppa Piemonte giocata a Cuorgnè a fine gennaio, quando il Lingotto superò il Ccs Cogne Aosta. Nell’altro confronto l’Allotreb ospita a San Mauro l’Ovada. Mercoledì 15 alle 21 in campo Ovada-Aosta e Lingotto-Allotreb; chiusura sabato 18 alle 20,30 con Ovada-Lingotto e Aosta-Allotreb.

IL BIG MATCH: Allotreb Nixsa-Cantine Rasore Ovada
(palestra Dalla Chiesa San Mauro, sabato 11 maggio ore 21)
Luigino Piacenza (allenatore Allotreb Nixsa): “Arriviamo con una sconfitta all’ultima giornata, ma ne ho approfittato per far giocare tutte, ma come spesso succede in questi casi non siamo riusciti a rientrare in partita. Sabato dobbiamo approfittare del fatto di giocare in casa per fare punti, in questo tipo di playoff è importante partire subito bene, poi avremo due trasferte e non sarà facile”.
Roberto Ceriotti (allenatore Cantine Rasore Ovada): “E’ stata una stagione movimentata, con due infortuni seri e acciacchi vari che hanno spesso limitato il gruppo. Abbiamo anche perso punti per strada e siamo arrivati qui, una stagione davvero da playout… Nell’ultima partita col Lasalliano abbiamo giocato bene a sprazzi. Il morale delle squadre di D è sicuramente più alto, noi dalla nostra abbiamo forse un pochino d’esperienza in più da mettere sul piatto, vedremo. Ultimamente ci stiamo allenando bene e con continuità di presenze, speriamo bene”.

Girone F
Sabato 11 alle 20,30 partenza con Leinì-Agil Trecate al “PalaFalcone” di Leini, unica gara in casa delle canavesane, e Canavese-Safa 2000 al quartiere Bellavista di Ivrea; mercoledì 15 alle 21 al “PalaAgil” di Trecate arriva la Safa 2000, e Ivrea ospita il Leinì nel derby canavesano; sabato 18 chiusura  con Agil Trecate-Canavese e alla storica palestra torinese della Safa in via Rosolino Pilo  approda il Leini.

IL BIG MATCH: Canavese Volley-Safa 2000 (palestra Antonicelli Ivrea, sabato 11 maggio ore 20,30)
Luca Gilardino (ds Canavese Volley): “Arriviamo abbastanza bene a questi playoff, le bimbe hanno saputo soffrire e alla fine siamo persino in anticipo sui programmi di crescita del gruppo, Non conosciamo le avversarie, vedremo di volta in volta cosa troveremo di fronte, prendiamo con serenità tutto quello che può venire di buono”.
Michele Lapalombella (allenatore Safa 2000): “Arriviamo a questi playoff recuperando le infortunate, il morale è buono. Non conosco molto le avversarie e le loro motivazioni, noi puntiamo a far bene, se viene la promozione bene, altrimenti ci riproveremo la prossima stagione, in fondo quest’anno il nostro obiettivo di raggiungere la salvezza prima dello scorso anno lo abbiamo già centrato con un secondo posto tranquillo”.