LA VIDEO CONFERENZA CON LE SOCIETÁ PIEMONTESI

Tutti insieme in videoconferenza. Proseguono gli incontri tra il Presidente Ezio Ferro e le Società piemontesi in vista della prossima stagione. Incontri in cui gli argomenti spaziano dai campionati senior a quelli giovanili, dall’aggiornamento allenatori alle disposizioni in materia di Covid 19. 

INFORMAVOLLEY
Il primo argomento trattato è stato l’aggiornamento allenatori, che prosegue anche in remoto. Il Presidente Ferro, dopo aver evidenziato i posti disponibili per i Corsi, ha anche evidenziato l’alto numero di posti “bruciati” dalle assenze: essendo a numero chiuso, non prendere parte ad un Corso Allenatori dopo aver prenotato il posto significa, oltre a perdere un’occasione, farla perdere a qualcun altro. Un totale di 336 posti sprecati nei primi 6 Corsi della stagione 2019/20.

GUIDA PRATICA
La Guida Pratica, strumento indispensabile per le Società e per l’organizzazione dei campionati, dovrebbe essere pubblicata dopo il 27 maggio. Ci saranno novità a livello tecnico in campo maschile, ma sarà fondamentale attendere la pubblicazione definitiva e ufficiale, che sarà discussa dalla Consulta Regionale.

GIRONI C E D MASCHILE
I gironi di B a 12 squadre provocano, a cascata, lo stesso format anche per i campionati regionali senior. La scelta regionale dei gironi a 12 squadre è stata fatta prima di tutto per poter disputare interamente e comodamente il campionato anche se si iniziasse più tardi del solito, per esempio a gennaio. Ci sarebbero playoff molto piccoli, semifinali e finali per decretare le promozioni nelle serie superiori. La seconda è per far sì che, come succede a livello nazionale, giocando meno partite ci siano meno esborsi di denaro come tasse gara e trasferte. Si tratterebbe di due trasferte in meno e quattro tasse gara in meno. Una linea che il C.R. Piemonte condivide, anche per favorire le alternanze delle palestre.

RIPESCAGGIO IN SERIE B
In Serie B è stata ripescata una squadra dal Piemonte nel maschile e una nel femminile, nello specifico la Pallavolo Santhià e la Valentino Volpianese. Con l’attuale organico il Piemonte avrebbe avuto 25 squadre: l’obiettivo è 2 gironi da 12 squadre, quindi non ci saranno reintegri se non in caso di defezioni. Inoltre la Società che passa in B non può cedere il diritto perché si tratta di reintegro. Stesso vale per squadre che fossero reintegrate da D a C e da Prima Divisione a D. Non sono promozioni, diritti acquisiti, ma reintegri.

SERIE D MASCHILE
L’obiettivo era portare i gironi almeno a 2 da 10 squadre ciascuno. Se ci sarà reintegro in C scenderemo a 17 e saranno ripescate 3 squadre dai territoriali. Se ci saranno più rinunce non si provvederà al ripescaggio di più di tre squadre dai Comitati Territoriali, in accordo con i presidenti, per non depauperare le Prime Divisioni. A meno di pesanti defezioni, che non consentano gironi validi.

Serie C FEMMINILE
Dopo il reintegro in Serie B di una squadra sola, l’organico era composto da 27 squadre, un numero non divisibile per 12. Il C.R. Piemonte ha scelto di sposare la formula di 3 gironi da 12 squadre, aprendo il reintegro, secondo classifica avulsa, di 9 formazioni dalla Serie D. Campionato, la D, che scenderebbe a 33 squadre: con 3 gironi da 12 sarebbero state reintegrate solo 3 realtà, invece delle 4 necessarie, una per ogni Comitato Territoriale. La scelta è quindi ricaduta su 4 gironi da 11, per un totale di 44 squadre: saranno quindi 11 i reintegri, 6 dal CT Torino, 2 dal CT Cuneo-Asti, 2 da Ticino-Sesia-Tanaro e 1 dalla Valle d’Aosta. Come lo scorso anno ma con una squadra in più per il CT Torino, in base al movimento.

Sia in Serie C che in Serie D potranno essere reintegrate squadre secondo la classifica avulsa che non hanno una formazione iscritta nella categoria di reintegro. In caso di accettazione del reintegro, non sarà possibile cedere il diritto. Queste scelte sono state fatte dal Comitato Regionale per adottare griglie uguali a quelle della Serie B2 nazionale, con gironi da 12 squadre, per favorire le alternanze tra squadre di B, C e D secondo le esigenze delle Società.  La classifica avulsa del ripescaggio sarà pubblicata sul prossimo numero di PVO.

CESSIONE DIRITTI E ISCRIZIONE CAMPIONATI
Il Consiglio Federale ha approvato una parte della Guida Pratica: si attendono notizie certe che saranno analizzate in sede di Consulta Regionale. Le cessioni dei diritti, se la Guida Pratica non darà disposizioni diverse, dovranno essere conclusi entro le ore 12 del 1 agosto. Le iscrizioni ai campionati di C e D partiranno il 17 e si chiuderanno il 29 agosto.

UNDER 15 o 16 di ECCELLENZA regionale?
Il campionato diventa Under 15 Eccellenza, la stessa annata, 2006/2007, che l’anno dopo, visto il ritorno a campionati “pari”, giocherà l’Under 16 Eccellenza. Questa scelta è stata consigliata dal Referente Tecnico Regionale, Prof. Massimo Moglio, cui è stato chiesto un parere tecnico. Portare l’Under 16 ad un Under 17 non avrebbe avuto senso, in quanto le atlete Under 17 hanno già esperienza maggiore rispetto ai campionati giovanili. Mentre l’Under 15 è l’età in cui le atlete hanno il maggior miglioramento giocando ad un livello più alto.

CAMPIONATI GIOVANILI DI CATEGORIA
Dopo la prima riunione di Consulta Nazionale su questo argomento, il Piemonte si strutturerà in Under 13 “3 contro 3”, Under 15, Under 17 e Under 19. Non ci saranno Under 20 e 21 per scelta della Consulta Regionale in accordo con i Presidenti territoriali. La scelta di non organizzare il campionato Under 14 è stata fatta per evitare accavallamenti di partite per atlete/i, allenatori e palestre.
La formula utilizzata potrebbe essere simile a quella della Coppa Piemonte, concentramento con due partite a testa ai tre set fissi in una giornata. Sarà possibile per i Comitati Territoriali fare questa scelta  se i campionati dovessero iniziare tardi.

COVID MANAGER
É stata individuata la figura del Covid Manager, con il compito di coordinare e verificare il rispetto delle norme di sicurezza. Potrà essere identificato tra dirigenti, tecnici e dovrà, tra le altre cose, misurare la temperatura all’ingresso e verificare il corretto utilizzo delle disposizioni di sicurezza.

SHARE