Mondiali 2018: l’Italia parte con 2 vittorie

E due! Dopo la splendida vittoria all’esordio nella splendida e suggestiva cornice del Foro Italico (servono lezioni su come valorizzare il proprio sport? Rivolgersi alla Fipav, ndR), l’Italia di Blengini ha infilato la seconda vittoria consecutiva battendo per 3-0 il Belgio. Successo senza particolari patemi, se si esclude il 1° set, anche se sarà fondamentale tenere basso il profilo per continuare a macinare gioco e lastricare la strada che porterà alla Fase Finale di Torino. In Italia è facile innamorarsi di uno sport, di una moda, specialmente quando i risultati non mancano: lo sanno bene gli appassionati di pallavolo, che stanno iniziando a scoprire, in amici e parenti insospettabili, una passione travolgente per il nostro sport. Ben venga, sia chiaro, ma proprio da parte di chi conosce questo sport, bellissimo quanto crudele, servono concentrazione e profilo basso: la squadra è forte, ben allenata, l’entusiasmo tanto. Ma è necessario concentrarsi sul filotto di due partite che attende la Nazionale, con l’Argentina di Velasco, un pezzo di cuore e di storia dello sport, e la Repubblica Dominicana. Non sarà facile perchè nello sport non c’è nulla di semplice: ma a testa bassa, senza personalismi e senza troppi voli pindarici, questa squadra saprà emozionare ancora i tifosi. Godiamocela partita dopo partita, senza pensare di aver già vinto dopo un successo o di aver perso ogni speranza dopo un’eventuale sconfitta.

BATTUTO IL BELGIO 3-0
Dopo aver conquistato il Foro Italico l’entusiasmo del Campionato Mondiale maschile 2018 ha invaso il Nelson Mandela Forum di Firenze.
I 7500 tifosi, impianto stracolmo, hanno trascinato i ragazzi di Blengini alla vittoria contro il Belgio 3-0 (25-20, 25-17, 25-16). Un successo tanto bello quanto importante, l’Italia ha infatti questa sera ha messo in mostra una gran pallavolo, ribaltando completamente l’esito della sfida dello scorso anno contro il Belgio.           
Per tutto il corso del match ha tenuto un’intensità di gioco altissima, costringendo sempre la formazione di Anastasi a inseguire. All’inizio sono stati la difesa e il contrattacco a fare la differenza, poi con il passare della gara si sono aggiunti muro e battuta e per i belgi non c’è stato nulla da fare.
Grazie al successo l’Italia è ora da sola al comando della Pool A con due vittorie e 6 punti.
Domani gli azzurri osserveranno una giornata di riposo e poi torneranno in campo sabato 15 settembre per affrontare l’Argentina di Julio Velasco: ore 21.15 diretta su RaiDue.         
Tra le fila azzurre è brillato Ivan Zaytsev, top scorer del match con 20 punti, di cui cinque ottenuti al servizi. Rispetto agli avversari l’Italia è stata più molto più efficace in battuta (10 aces a 4) e a muro (4 contro 0).   

CRONACA – Nessun cambio nella formazione titolare azzurra: Giannelli in palleggio, opposto Zaytsev, schiacciatori Lanza e Juantorena, centrali Mazzone e Anzani, libero Colaci. Acceso l’inizio del match con le due squadre che sono rimaste in perfetta parità sino all’11-11. A rompere l’equilibrio sono stati gli azzurri, capaci di alzare il livello della difesa e di andare a segno con il contrattacco (17-14). I ragazzi di Blengini, spinti da uno scatenato Zaytsev (8 p.), non hanno più abbassato il ritmo e si sono imposti di forza (25-20).        
Al rientro in campo la Nazionale tricolore ha subito ripreso il comando del match e senza sbagliare praticamente niente ha allungato (13-9). Punto dopo punto gli azzurri hanno aggiunto sempre qualcosa in più al proprio gioco (aces, muri) e il Belgio è sprofondato indietro (17-11). Il turno in battuta di Zaytsev ha di fatto chiuso il set (19-11) e le fasi finali sono diventate una semplice formalità per l’Italia (25-17).
L’avvio della 3a frazione ha visto ancora una volta gli azzurri farsi trovare più pronti, mentre i belgi hanno faticato a rispondere. I ragazzi di Blengini non hanno mai tolto il piede dall’acceleratore e con grande autorevolezza hanno chiuso velocemente i conti (25-16). 

GIANLORENZO BLENGINI: “Siamo soddisfatti della nostra partita, il Belgio era un avversario difficile, ma con il passare del gioco siamo riusciti a contrastare i loro punti di forza, tra i quali il servizio jump float. Questa vittoria non deve cambiare il nostro atteggiamento, continuiamo a pensare una partita alla volta e quindi da stasera ci concentreremo sull’Argentina.”       

IVAN ZAYTSEV: “Esordire in questa maniera a Firenze è stato qualcosa di fantastico. Siamo riusciti a mettere in pratica quello che ci eravamo detti, ovvero tenere sempre il ritmo alto e metterli sotto pressione. Stasera è andato veramente tutto bene, non siamo mai calati a livello di concentrazione e il risultato è il giusto premio per i nostri sforzi”.

ITALIA-BELGIO 3-0 (25-20, 25-17, 25-16)
ITALIA: Giannelli 5, Anzani 8, Juantorena 9, Zaytsev 20, Mazzone 8, Lanza. All. Libero: Colaci. Nelli. N.e: Candellaro, Randazzo, Baranowicz, Rossini (L), Cester, Maruotti. Blengini BELGIO: Deroo 7, Van De Voorde 4, Van Den Dries 7, Rousseaux 5, Verhees 5, D’Hulst. Libero: Stuer. Ribbens (L), Lecat, Valkiers 1, Coolman 1, Klinkeberg 2, Tuerlinckx 5, Grobelny 2. All. Anastasi
Arbitri: Macias (Mes) e Al Naama (Qat).     
Spettatori: 7500. Durata set: 33’, 30’, 27’.    
ITALIA: 10 a, 8 bs, 4 m, 14 et.          
BELGIO: 4 a, 9 bs, 0 m, 15 et.         

RISULTATI E CALENDARIO
Pool A (Firenze)
9 settembre (Roma): Italia-Giappone 3-0 (25-20, 25-21, 25-23).
12 settembre: Rep. Dominicana-Slovenia 1-3 (25-22, 13-25, 13-25, 17-25); Belgio-Argentina 3-1 (25-19, 25-19, 22-25, 25-19)
13 settembre: Rep. Dominicana-Giappone 0-3 (20-25, 16-25, 16-25); Italia-Belgio 3-0 (25-20, 25-17, 25-16). Riposano Argentina e Slovenia.
14 settembre: ore 17 Argentina-Rep. Dominicana; ore 20.30 Giappone-Slovenia. Riposano Italia e Belgio.

Pool B (Ruse)
12 settembre: Olanda-Canada 0-3 (15-25, 23-25, 18-25); Brasile-Egitto 3-0 (25-17, 25-22, 25-20); Francia-Cina 3-0 (25-20, 25-21, 25-17).
13 settembre: Egitto-Canada 0-3 (25-27, 28-30, 19-25); Brasile-Francia 3-2 (25-20, 25-20, 21-25, 23-25, 15-12). Riposano Olanda e Cina.
14 settembre: ore 16 Cina-Olanda; ore 19.30 Francia-Egitto. Riposano Brasile e Canada.

Pool C (Bari)
12 settembre: Camerun-Tunisia 3-0 (25-20, 28-26, 25-21); Australia-Russia 0-3 (21-25, 20-25, 16-25); Stati Uniti-Serbia 3-2 (15-25, 25-14, 21-25, 25-20, 15-10)
13 settembre: Australia-Stati Uniti 2-3 (23-25, 20-25, 25-22, 25-23, 10-15); Camerun-Serbia 0-3 (28-30, 16-25, 17-25). Riposano Russia e Tunisia.
14 settembre: ore 17 Australia-Camerun; ore 20.30 Russia-Tunisia. Riposano Stati Uniti e Serbia.

Pool D (Varna)
9 settembre: Bulgaria-Finlandia 3-0 (25-21, 25-19, 25-22).
12 settembre: Iran-Porto Rico 3-0 (25-19, 25-14, 25-18), Cuba-Polonia 1-3 (18-25, 19-25, 25-21, 14-25)
13 settembre: Porto Rico-Polonia 0-3 (14-25, 12-25, 15-25); Iran-Bulgaria 3-1 (25-22, 25-20, 22-25, 25-19). Riposano Cuba e Finlandia.
14 settembre: ore 16 Finlandia-Cuba; ore 19.40 Bulgaria-Porto Rico. Riposano Polonia ed Iran.

Palinsesto Rai (14 settembre)      
DIRETTA
14/9: ore 16.50 su RaiSport + HD Argentina-Rep. Dominicana (Firenze).
DIFFERITA
14/9: ore 00.20 su RaiSport + HD Brasile-Francia.