Nasce la Volleyball Nations League

Addio World League e World Grandi Prix: benvenuta Volleyball Nations League. Le celebrazioni per il 70esimo compleanno della Fivb hanno regalato a tutti gli appassionati di pallavolo del mondo, una nuova competizione che metterà di fronte le miglior nazioni in campo maschile e femminile.
Il nuovo format comprenderà sia le squadre maschili che quelle femminili e sostituirà dal prossimo anno 2 storici appuntamenti quali World League e World Grand Prix. Sia il torneo maschile che quello femminile saranno formati da 16 squadre: 12 sono le formazioni fisse, mentre le restanti 4 (definite challenger) si giocheranno il posto di anno in anno. Ogni paese appartenente alla prima fascia ospiterà una pool. Tutte le Nazionali durante la fase a gironi disputeranno 15 partite con la formula del Round Robin, come accadeva per il World Grand Prix. L’Italia come da tradizione è stata inserita nel gruppo fisso delle squadre che prenderanno parte sia alla competizione maschile che a quella femminile.

Questa la composizione completa dei due tornei
Volleyball Nations League Maschile: Brasile, Italia, USA, Cina, Serbia, Francia, Argentina, Iran, Polonia, Germania, Giappone e Russia (squadre Fisse). Australia, Corea del Sud, Canada e Bulgaria sono i challenger teams.
Volleyball Nations League Femminile: Brasile, Italia, Stati Uniti, Cina, Serbia, Paesi Bassi, Thailandia, Turchia, Corea del Sud, Germania, Giappone e Russia (squadre Fisse). Argentina, Repubblica Dominicana, Polonia e Belgio sono i challenger teams.

L’obiettivo della Volleyball Nations League sarà quello di aumentare il livello sportivo dei tornei, coinvolgendo un numero sempre maggiore di spettatori e creando una piattaforma condivisa a livello mondiale per permettere agli atleti di competere e crescere. Creare lo stesso format per uomini e donne, inoltre, promuoverà l’uguaglianza nella pallavolo, rendendola anche più semplice e coinvolgente da seguire.