PVO N. 284

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.284 <<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.284 <<

Niente da fare, lo Scudetto femminile è ritornato in Veneto, fermandosi nuovamente a Conegliano, anzi al “PalaVerde” di Treviso, come ai vecchi tempi della Sisley maschile…
Onore all’Igor Novara che ci ha provato fino alla fine, entrando in crisi proprio sul più bello, a dimostrazione che i Playoff saranno anche la formula più spettacolare che esiste, ma per chi li perde (e li tifa..) è una mazzata.
Come piemontesi l’avevamo detto, ci saremmo in parte consolati con la vittoria della regista torinese Marta Bechis, seconda della polacca Wolosz, che si merita questo traguardo, lei che gli altri due successi in carriera li aveva avuti proprio con Novara, la Coppa di Lega 2007 e la Coppa Cev 2009, sempre da seconda, allora della turca Bahar Mert e della cinese Feng.

In Serie A2 femminile, il derby di Semifinale Playoff tra UbiBanca San Bernardo Cuneo e Fenera Chieri ‘76 è finito alla “bella”, e la sensazione è che se ci fossero state altre partite andavano avanti a vincerne una a testa, visto l’equilibrio in campo. L’ha spuntata Chieri, con tre partite in cui il fattore campo ha contato poco se non nulla, pur con il gran pubblico al seguito, visto che ha sempre vinto la squadra in trasferta. E ora, se le collinari vogliono essere la terza squadra di Chieri ad approdare in Serie A1 dovranno continuare ad andare a vincere lontano da casa, in quel di San Giovanni in Marignano nel riminese.
Serie A2 femminile che il prossimo anno avrà un’altra piemontese, l’Eurospin Ford Sara Pinerolo che sabato 28 aprile superando 3-0 il fanalino di coda Alfieri Cagliari ha scatenato la festa del ritorno in serie cadetta dopo ben 25 anni (con tanto di sindaco, vescovo e assessore allo Sport della Regione), avendola lasciata al termine della stagione 92-93. Stupisce un po’ che tanti media abbiano enfatizzato il “ritorno in A dopo 30 anni”, in realtà nell’88 ci fu la prima salita, poi ben 6 stagioni di A2, quindi la categoria mancava da 25 anni, ma va bene lo stesso, in questo caso la matematica può essere un’opinione.

Festa anche per le azzurrine del C.T. Massimo Bellano, impegnate a Concorezzo (MB) dal 27 al 29 aprile, che hanno centrato la qualificazione all’Europeo Under 19, con ben 5 atlete cresciute nella nostra regione, ovvero le atlete del Club Italia Crai Rachele Morello, Marina Lubian e Sarah Fahr, della centrale del Lilliput Settimo Fatim Kone e della schiacciatrice Alessia Populini dell’Igor Agil Trecate.

E ancora festa anche per i maschi dell’Under 20 maschile guidati da Monica Cresta, che a Corigliano Calabro si sono qualificati per la Finale continentale di categoria. Per l’allenatrice piemontese la festa è doppia, vista la salvezza in extremis del suo Club Italia in A2 maschile conquistata in gara-4 con lo 0-3 a Catania.

Per le Finali giovanili regionali si prosegue a gran ritmo, dopo i titoli U14 MF a Savigliano di domenica 29 aprile e quelli U18 a Biella martedì 1° maggio, il cui dettaglio troverete su queste pagine.

Domenica 6 maggio a Vercelli tocca agli Under 13 maschili giocarsi il titolo 3×3, con pass per due formazioni alla finale Nazionale di Cosenza dal 25 al 27 maggio.

PVO, il volley vive qui.

Bruno Bili

::: VAI AL MAGAZINE 284 :::

 

SHARE