PVO – n. 323

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.323 <<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.323 <<

L’Italia conquista metà dei trofei internazionali stagionali, anzi persino qualcosa in più, segno che siamo ritornati ad essere la nazione con la miglior pallavolo di club.

In attesa della chiusura con le due manifestazioni principali, le Champions League maschile e femminile, dove sono in corsa 4 squadre su 8 per raggiungere la giornata della finale comune di Berlino, le due Coppe Cev sono andate a Trento e Busto (con un po’ di Piemonte: per la centrale Sara Bonifacio 9 punti nella finale di ritorno contro le romene del Blaj, non entrata la seconda palleggiatrice Maria Luisa Cumino, secondo allenatore il torinese Marco Musso), nelle Coppe Challenge successo del Vero Volley femminile targato Saugella e 2° posto dietro ai russi del Belgorod per la sezione maschile del consorzio monzese (qui c’è lo schiacciatore Jacopo Botto, di scuola pallavolistica piemontese, anche se di origini liguri).

Il qualcosa in più citato all’inizio è rappresentato dalla Coppa del Mondo per club vinta da Trento su Civitanova qualche tempo fa, quindi comunque dominio europeo certificato con 4 successi in 7 competizioni, dal momento che la Russia al massimo potrebbe arrivare a 2 trofei se Kazan continuerà la striscia in Champions che dura da 4 stagioni consecutivamente, poiché nel femminile è una sfida Italia-Turchia.

Insomma, un buon inizio, speriamo che così la voce dei club italiani abbia un maggiore peso nel dettare i calendari internazionali, che come hanno fatto notare i giocatori (soprattutto però a livello di confrornti per Nazionali) è già molto fitto, lasciando ben poco ai normali tempi di recupero.

Nel prossimo weekend partono i playoff scudetto maschili e si chiude la regular season dell’A1 femminile, mentre in A2  donne è terminata positivamente l’avventura per l’Eurospin Ford Sara di Massimo Moglio, che al primo anno di ritorno in A conquista la meritata salvezza con un turno d’anticipo e ora può programmare con calma la prossima annata.

I campionati giovanili regionali sono entrati ormai nel vivo e spiace constatare che rispetto a quanto avevamo annunciato a ottobre, il Piemonte abbia nuovamente perso partecipanti alle varie Finali Nazionali. Nelle nuove circolari federali infatti, il Piemonte femminile avrà un posto in Under 14, un posto in Under 16 e due posti in Under 18, a livello maschile un posto in Under 13 3×3, un posto in Under 14, due posti in Under 16 e un posto in Under 18.

Quindi rispetto alla precedente situazione presentata dei campionati di Categoria (peraltro ufficialmente con tanto di  circolare intitolata “INTEGRAZIONE NORME CAMPIONATI DI CATEGORIA 2018/2019 – Prospetto con la partecipazione numerica delle squadre che ciascuna Regione qualifica per le Finali Nazionali” del 18 ottobre), perdiamo ben 3 squadre: una U14/F, una U16/F e una U18/M, Questo perché la modifica sui conteggi in base anche ai risultati finali sul campo verrà spostata a partire dalla prossima stagione.

Chi ci guadagna? Nel femminile, in Under 14 Lazio e Lombardia porteranno di nuovo la terza squadra a scapito della seconda nostra e della Toscana; in Under 16 per la Lombardia 3a e per il Lazio 2a al posto della nostra e della 3a emiliana; in Under 18 la 3a del Lazio al posto della 3a del Veneto; in campo maschile, in Under 14 3a per la Puglia e 2a per la Liguria al posto di Marche e Toscana 2°; in Under 16 rimane tutto uguale; in Under 18 per il Veneto la 3a al posto della nostra 2a. Ogni commento è superfluo.

PVO, il volley vive qui.

::: VAI AL MAGAZINE 323:::

 

 

 

 

SHARE