PVO n. 347 – Novembre 2019

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.347 <<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.347 <<

Assegnato il primo Trofeo stagionale, la Supercoppa Italiana maschile, vinto dalla Sir Safety Conad Perugia, senza piemontesi in rosa, mentre nella formazione finalista del Leo Shoes Modena (battuta 3-2, 15-12 al 5° set) era presente il centrale torinese Daniele Mazzone (11 punti per lui), che a sua volta aveva eliminato in semifinale un altro piemontese, il secondo libero della Cucine Lube Civitanova, il cuneese Andrea Marchisio, entrato in partita, mentre Mazzone siglava 17 punti.

Vedere in campo l’opposto perugino Leon, oggi “polacco”, ci riporta a quando un giovanissimo schiacciatore cubano calcava il “PalaRuffini” nella partita di World League Italia-Cuba. Era il 18 luglio 2008, Wilfredo di li a pochi giorni, il 31 luglio, avrebbe compiuto 15 anni, e già aveva fatto capire le grandi possibilità, che poi col tempo avrebbe avuto la capacità di confermare.

Cominciano ad entrare nel vivo i Campionati di Serie A, e in campo maschile dobbiamo registare i primi seri problemi del Vbc Synergy Mondovì, che a Brescia per la terza giornata della A2 si è presentato senza lo straniero, l’opposto bulgaro Kadankov, reduce dagli Europei con la sua Nazionale guidata in panchina dal cuneese Silvano Prandi, che pochi giorni prima ha espressamente richiesto di essere lasciato libero. Possibile il richiamo di sirene estere molto più remunerative di quanto non fosse il contratto siglato con Mondovì, già interessante. A inizio settimana era già stato formalizzato l’abbandono del DS Davide Manassero, impossibilitato a conciliare serenamente l’impegno con il proprio lavoro, quindi si sono aggiunti problemi a problemi, con la Società che ora cercherà un nuovo opposto straniero sul mercato, dovendo anche provare a iniziare a smuovere al più presto una classifica che vede i “Galletti” ancora fermi al palo a quota 0 (saranno 2 le retrocessioni dirette in A3 al termine della regular season).

In A1 femminile, bello il derby televisivo su RaiSport HD di sabato scorso al “PalaUbiBanca” tra Cuneo e Chieri, peccato non abbia avuto lo stesso palcoscenico quello di A2 del giorno dopo tra Mondovì e Cus Torino dal “PalaManera”, visibile solo su LVFTV.com, il canale on demand (gratis, previa registrazione) della Lega Femminile di Serie A femminile.

Tra breve toccherà al Novara prendersi l’onore della scena televisiva nel tentativo d’assalto alla SuperCoppa Italiana a Milano contro l’Imoco Conegliano: la supersfida avrà un prologo sabato 9 al “PalaIgor” per la 6a giornata d’andata, ma non andrà in TV, palcoscenico affidato quella sera all’altro anticipo Brescia-Casalmaggiore, visto che appena una settimana dopo, sabato 16 alle 20,30 sarà teletrasmessa la finalissima dall’Allianz Cloud milanese.

Sabato 9 novembre il palinsesto regionale invece entra nella fase cruciale, con l’inizio infatti della Serie D maschile tutti i campionati sono in corso di svolgimento, quindi siamo al completo.

PVO, il volley vive qui.

Bili Bruno

::: VAI AL MAGAZINE 347:::

 

 

 

 

SHARE