PVO 377 – Gennaio 2021

>> VAI AL MAGAZINE SFOGLIABILE N.377 <<

>> Leggi tutti gli articoli di PVO N.377 <<

quello appena trascorso, che ha lasciato segni indelebili in molti, anche nel nostro mondo pallavolistico. Ma come sempre, nonostante tutti i migliori auspici di questo mondo, ogni anno “fa un po’ cosa vuole”, e anche questo 2021 non sembra fare eccezioni, e tanto per iniziare ci ha già dato alcuni dispiaceri non da poco, peraltro extra Covid-19.

Il 3 gennaio ci ha lasciato a 88 anni Guglielmo Callegaris, una figura importante nel panorama pallavolistico eporediese e non solo, visto i suoi trascorsi nel Comitato Provinciale di Torino e nel Comitato Regionale, sempre nella squadra operativa del Presidente Ezio Ferro. Torinese di origini, proprio di quel quartiere San Paolo dove il CP aveva la sua sede in via Volvera, si era poi trasferito a mettere su famiglia a Samone, dove aveva costruito la locale realtà sportiva, arrivata fino alla Serie D maschile. Sempre positivo e sorridente, “Caliga” ci ha lasciato come insegnamento la sua grande generosità e disponibilità e per questo lo ringraziamo, affidandone lo spirito a coloro che lo hanno preceduto lassù tra i grandi della pallavolo.

Mercoledì 13 poi sulle Alpi francesi, una valanga si è portato via Claudio Bergero, 42enne valsusino, marito dell’ex pallavolista e allenatrice cuneese Michela Molinengo, per la quale il Cuneo Granda Volley, sostenuto dalla Lega Serie A femminile, ha sottoscritto una concreta campagna di solidarietà, per lei e i due figli di 6 e 4 anni Leonardo e Jacopo, che riportiamo all’interno nelle pagine di Piemonte News, e che Vi suggeriamo di sostenere.

Notizie non certo incoraggianti in vista del prosieguo della stagione, che si preannuncia comunque travagliata, sempre in balia degli effetti del Covid-19, che continua a imperversare in tutto il mondo.

Alcuni piccoli spiragli di luce sportiva li stiamo però intravedendo: sabato 23 gennaio partono i campionati di Serie B, a cui faranno seguito dal 6-7 febbraio quelli di Serie C maschili e femminili e l’Under 15 regionale femminile e da fine febbraio le altre Under M/F con la fase territoriale.

Non saranno cammini facili, i contagi di atleti e membri del gruppo-squadra continuano a bloccare partite a livello maggiore in Serie A, aspettiamoci dunque riverberi pure in queste categorie inferiori, che dovranno fare anche i conti con un protocollo di rientro per atleti non-professionistici piuttosto elaborato, dettato da disposizioni del Ministero della Salute che vuole tutelare al massimo chi viene colpito dal virus, anche se in giovane età, dal momento che gli strascichi riscontrati su atleti di vertice possono essere importanti e quindi da non sottovalutare mai.

La Fipav ha disposto che tutti i Campionati, dalla B alla C e ai giovanili, avranno validità con un minimo di 10 giornate di gara, e questo lascia la possibilità di avere tempo fino all’estate per portare a termine i vari calendari, peraltro già ridotti, concludendosi quindi con eventuali promozioni e retrocessioni, come se fosse una stagione normale.

Diversa la situazione per Serie D e Prima-Seconda divisione e Under 13, che devono attendere tempi migliori per poter partire: per noi in Piemonte almeno fino al 5 marzo quando scadrà l’attuale dpcm che ci colloca in zona arancione.

Poi il 7 marzo ci saranno le elezioni dei nuovi Comitato Regionale e Nazionale e si ripartirà con l’obiettivo Tokio 2020 spostato all’estate 2021.

Restate sempre sintonizzati con i nostri canali telematici:
il sito del Comitato Regionale www.piemonte.federvolley. it
e la pagina facebook FIPAV Piemonte Volley Online
per non farVi mancare le ultime notizie in tempo quasi reale.

PVO, il volley vive qui. Anche in tempi del Covid-19.

BILI. BRUNO

::: VAI AL MAGAZINE 377 :::

 

 

 

 

SHARE